Breve aggiornamento sulle recenti indicazioni da parte dell’organizzazione Mondiale della Sanità sull’uso delle mascherine

Secondo le nuove linee guida dell’OMS le mascherine vanno indossate anche all’aperto e nei luoghi pubblici quando è difficile mantenere la distanza di sicurezza di almeno un metro.

Questa indicazione è valida soprattutto nelle zone dove è ancora alta la diffusione del Coronavirus e quando si frequentano luoghi affollati, l’Oms consiglia infatti ai governi di incoraggiare il pubblico dove si registra un’ampia trasmissione del virus e l’allontanamento fisico è difficile da mantenere come nei negozi, sui trasporti pubblici o in altri ambienti affollati”.

Nelle linee guida viene confermata la raccomandazione alle persone affette da Covid di restare a casa e indossare la mascherina quando si esce per ragioni di stretta necessità, coloro che assistono un familiare malato di Covid presso la propria abitazione dovrebbero indossare la mascherina mentre si trovano nella stessa stanza ma soprattutto gli operatori sanitari impegnati ad assistere pazienti Covid-19 confermati o sospetti.

Si consiglia poi, nelle aree dove la malattia è più presente, l’uso della mascherina a tutte le persone che lavorano nelle strutture sanitarie, questa regola vale quindi anche per il dottore che fa il giro dei reparti dove non ci sono pazienti affetti da Covid.

Sono le persone con oltre 60 di età o con patologie croniche a dover adottare una maggiore cautela e ai quali si consiglia di indossare la mascherina, l’Oms comunque ribadisce che le mascherine da sole non proteggono dal coronavirus, Tedros Adhanom Ghebreyesus, il direttore generale sostiene infatti che dovrebbero essere sempre e solo utilizzate come parte di una strategia globale nella lotta contro la Covid-19.

La miglior risposta deve essere quella di identificare, isolare, testare e curare ogni caso di infezione e rintracciare e mettere in quarantena ogni contatto. Questa è la miglior difesa di ogni Paese contro la Covid-19

PRENOTA IL TEST SIEROLOGICO